Man like Nells

Q&A with Artists



Adneli Francois Kondia-Yema alias “Man Like Nells” è un artista e produttore dal talento unico. Ha iniziato a sviluppare la sua passione per la musica in tenera età e a soli 7 anni ha iniziato a studiare pianoforte e chitarra al conservatorio di Parigi. La sua passione per la musica l’ha portato a trasferirsi a Londra dove si è laureato in “ Commercial Music” presso la Westminster University nel 2016. Il suo talento versatile e l’abilità nel suonare e comporre utilizzando più strumenti musicali l’hanno portato a sperimentare numerosi generi musicali, traendo ispirazione da quello che gli accade durante la sua vita quotidiana, dando risalto in particolare al tema dell’unità e dell’amore.

La sua vita artistica è ha raggiunto diversi traguardi: a 17 anni si è esibito all’arena O2 come supporto a Olly Murs, nel 2015 al Pacha Victoria aprendo il concerto di Wrech 32 e poco dopo ha vinto la gara “ Battle of the Bands” insieme ai suoi compagni universitari, ricevendo la nomina come migliore band di studenti di tutto il Paese, ricevendo la copertura dei media a livello nazionale.
Nel 2018, il suo singolo “Sinner”, parte dell’album “Sound For The Soul” è stato inserito come colonna sonora del film “Been So Long” prodotto da Netflix.
Grazie alle nozioni acquisite durante i suoi studi e grazie alla sua personale creatività, Man Like Nells è entrato a far parte dell’industria degli eventi come Event Planner e Consulente Musicale per giovani artisti emergenti, ricoprendo mansioni creative e nell’ambito musicale a tutto tondo.

Come descriveresti il tuo stile musicale?
La mia musica è molto versatile e posso dire che traggo ispirazione da generi come: Hip Hop, French Rap, Afrobeats. Uk Garage, House, Neo soul & Jazz.Lo stile di Man Like Nells è vario ed originale; un susseguirsi di ritmicità urbane che parlano della vita di tutti i giorni.

Cosa ti spinge a fare ciò che fai?
L’emozione che provo sperimentando nuovi generi musicali e la costante sorpresa nello scoprire sempre qualcosa di nuovo durante il mio viaggio metaforico attraverso le trame musicali. Inoltre mi ha sempre affascinato il potere che ha la musica di connettere le persone tra di loro, trovo sia qualcosa di davvero speciale.

Ambizione o talento: cosa conta di più?
Sono convinto che l’ambizione ti porti più lontano rispetto al talento. Le opportunità sono ovunque soprattutto per chi è pieno di passione e motivato a lavorare sodo per raggiungere i propri obiettivi.

Qual è la tua principale fonte di ispirazione?
Sicuramente l’amore incondizionato per la vita e la mia attitudine positiva verso le cose. Sono molto legato alla mia famiglia e ai miei amici infatti questi legami profondi spesso sono la mia fonte di ispirazione per la mia musica, oltre all’appoggio dei Fan che con il loro supporto mi infondono sempre la giusta carica e motivazione.

Come hai trovato il processo di scouting di Rehegoo?
Il processo di Scouting è stato molto chiaro e diretto. Il modo in cui il team Rehegoo è entrato in contatto con me è stato davvero professionale.

Come ti sei sentito al momento della firma del contratto con Rehegoo?
Sono stato davvero soddisfatto! E stata un’esperienza davvero piacevole, soprattutto poter parlare di persona con lo staff che prontamente ha risposto ad ogni mia domanda.

Qual è stato il più grande risultato raggiunto nella tua carriera musicale?
Esibirmi di fronte a 10.000 persone è stata un’esperienza unica, ma anche raggiungere 870.000 visualizzazioni su YouTube con la mia canzone preferita.

Qual è stato il più grande ostacolo?
Sicuramente la difficoltà di prevedere le dinamiche della mia carriera musicale. Mi spiego meglio: ci sono momenti durante la mia carriera in cui raggiungo davvero dei livelli alti di visibilità, in cui moltissime persone vogliono ascoltare la mia musica e riesco ad essere molto attivo, mentre altri in cui sembra che a nessuno interessi quello che sto facendo. In questi casi ho ormai imparato ad essere paziente, aspettando che i risultati diano i loro frutti, e finora non mi sono mai sbagliato.

Qual è stato il migliore e il peggiore concerto a cui tu abbia suonato?
Non vedo l’esperienza live come qualcosa che può essere definita come assolutamente negativa o assolutamente positiva. Alcuni concerti sono stati grandiosi ma ogni esperienza sul palco è da considerarsi unica e racchiude sempre qualcosa di speciale oltre a trasmettermi ogni volta qualcosa di nuovo da aggiungere alla mia esperienza. Dopo ogni concerto sono sempre grato dell’esperienza fatta e di aver avuto la possibilità di salire sul palco per far conoscere la mia musica.

Qual è stato il momento migliore e peggiore vissuto con i fan?
La prima volta in cui durante un concerto tutti si sono messi a cantare i versi delle mie canzoni. Il momento peggiore è stato quando durante una competizione a Manchester alcuni fan mi hanno fischiato. Ma per fortuna alla fine ho vinto la competizione.

Qual è la tua canzone preferita tra quelle che hai scritto?
Il mio brano preferito è sicuramente “Welcome To My World”. Grazie a questa canzone ho realizzato che avrei potuto fare grandi cose con la mia musica, non solo componendo brani e condividendo i video su youtube, infatti grazie a quel brano ho raggiunto più di un milione di visualizzazioni. Spesso i fan mi ripetono ancora quanto sia accattivante quella canzone e che anche a loro è rimasta nel cuore. Questo mi motiva costantemente a continuare a produrre musica.

Scopri di più su Man Like Nells
YouTube: https://www.youtube.com/manlikenells
Facebook: https://www.facebook.com/Manlikenellsuk
Instagram: https://www.instagram.com/manlikenells
Spotify: https://open.spotify.com/artist/15EYDNQ9oheMA6oEYPwFwL